“Grazie a quanto previsto dal contratto integrativo sottoscritto a giugno 2019, da oggi ci sono importanti novità per tutti i lavoratori del gruppo Luxottica. Ricordiamo che l’accordo riguardava, tra le altre cose, la stabilizzazione a tempo indeterminato dei 1.200 lavoratori ‘somministrati’ assunti dal 1° luglio dello stesso anno con contratto di lavoro a part time incentivato di 37 ore mensili”. Lo dichiarano i segretari nazionali di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, Sonia Paoloni, Raffaele Salvatoni, Daniela Piras.

“Tra le norme presenti nell’integrativo aziendale - spiegano i tre - era previsto anche il monitoraggio dell’orario di lavoro effettivamente svolto dai lavoratori nel corso dell’anno. Grazie a questo, si è aperto un percorso attraverso il quale l’azienda, fin da oggi, provvederà a chiedere a tutti i 1.200 lavoratori assunti all’epoca in part time incentivato la trasformazione volontaria dello stesso in contratto di lavoro full time. Tutti i lavoratori avranno, quindi, la possibilità di acquisire il contratto di lavoro a full time. In un momento di crisi, come quello che stiamo attraversando – proseguono -, è un dato che cogliamo molto positivamente, e che permette a tutti i lavoratori interessati un miglioramento generale delle condizioni. L’aumento orario inciderà su tutti gli istituti contrattuali come, ad esempio, quelli previdenziali, aumentando così, nel lungo periodo, i benefici contrattuali come i versamenti pensionistici. I giovani lavoratori, ieri stabilizzati, hanno aggiunto oggi un nuovo tassello che gli permetterà di scrivere un futuro migliore, non è poco”, hanno concluso Paoloni, Salvatoni, Piras. Filctem, Femca e Uiltec, insieme alle Rsu, chiedono ora la convocazione in tempi brevissimi, dei tavoli di stabilimento, per affrontare il tema della conciliazione e per dare risposte alle richieste e alle proposte avanzate in merito.

Comunicato stampa