"Era necessario, in questa emergenza, proteggere i lavoratori dalle insidie generate dallo smart working. L'orario prolungato senza interruzione e carichi di lavoro incontrollati sono elementi drammatici emersi nella quarantena, fondamentale quindi normare il diritto alla disconnessione": ha detto questa mattina Ilvo Sorrentino, segretario nazionale della Filctem Cgil, commentando l'accordo sullo smart working nel gruppo Enel siglato con l'azienda dalla Filctem Cgil, Flaei Cisl, Uiltec Uil nella tarda serata del 9 giugno e riguardante 15 mila lavoratori su un totale di 29 mila presenti nel gruppo. "Un accordo importante – prosegue - perché regolamenta e migliora le condizioni di lavoro, solo nella fase emergenziale, non mettendo in discussione il diritto alla volontarietà di scelta per lo smart working nel futuro, una volta terminata questa crisi".

"Da oggi- continua Sorrentino -, saranno riconosciuti eventuali recuperi nel caso di prolungamento di orario di lavoro. Le attività, inoltre, dovranno essere realizzate e pianificate nel rispetto dell'orario di riferimento evitando fasce serali e notturne, i weekend e i giorni festivi. Sarà concessa, inoltre, una pausa pranzo più ampia per le lavoratrici e i lavoratori con esigenze di cura dei figli, rendendo più 'umana' questa attività straordinaria".

"Infine – insiste il segretario nazionale-, questa intesa: introduce il diritto all'inclusione, per il quale i responsabili si faranno carico delle problematiche di eventuali casi di discriminazione di genere e lavorativa; riconosce i livelli professionali; permette nuovi percorsi formativi; consente di realizzare incontri e riunioni con i lavoratori interrompendo quel fenomeno di isolamento che naturalmente può generare uno smart working continuato".

"Un'intesa – conclude Sorrentino - che garantisce il diritto e le libertà sindacali anche attraverso le assemblee, realizzate su piattaforme messe a disposizione dell'azienda, necessarie alla tutela dei diritti dei lavoratori. Per il futuro post emergenziale, ogni trasformazione e avanzamento digitale non potrà prescindere da un giusto equilibrio tra le attività in smart working e quelle in presenza nei luoghi di lavoro".


L'accordo    Nota Filctem, Flaei, Uiltec    Dichiarazione di Ilvo Sorrentino


logo filctem

 

   VIA PIEMONTE , 32 - 00187 ROMA

   +39 06 46 200 91

   +39 06 48 242 46

   nazionale at white filctemcgil.it

   filctemcgil at white pec.it

Servizi Cgil

cgil  inca

 

caaf cgil        inca        fondazione Di Vittorio

Archivio

Seguici sui Social

facebook     twitter     youtube     flickr