il 23 aprile, Filctem Cgil, Femca-Cisl, Uiltec Uil hanno sottoscritto con Assovetro, l'associazione confindustriale rappresentante delle aziende che producono e trasformano articoli di vetro comprese le aziende che producono lampade e display, un accordo di programma che determina le modalità per la ripartenza delle attività produttive non necessarie, quando queste saranno consentite. Consapevoli – è scritto nell'accordo - che le misure di contenimento per l'epidemia da COVID-19 hanno un impatto significativo sulle aziende del settore. E' questo un impegno che imprese, organizzazioni sindacali e lavoratori hanno dispiegato per assicurare le condizioni di tutela della salute, anche nel recepimento del "Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro" sottoscritto da Confindustria e CGIL, CISL e UIL con il Governo, il 14 marzo 2020, puntualmente applicato negli stabilimenti del settore e che le Parti intendono rafforzare ulteriormente, in continuità. Inoltre, con l'Avviso Congiunto di Settore sottoscritto sempre in data il 14 marzo 2020, relativo all'attuazione delle misure urgenti di contenimento del contagio da COVID-19.
L'adozione del presente accordo di programma ha l'obiettivo di fornire linee guida condivise per la progressiva ripresa delle attività nel rispetto dei tempi e delle modalità che saranno definiti dal Governo con garanzia di condizioni di salubrità e sicurezza degli ambienti e delle condizioni di lavoro. Le parti raccomandano il confronto preventivo delle aziende con le rappresentanze sindacali aziendali e/o territoriali sulle modalità della ripresa dell'attività produttiva, tenendo conto delle specificità di ogni singola realtà aziendale, e la più ampia condivisione tra azienda, RSU, RLS e medico competente, in merito alle misure da adottare, anche nei Comitati costituiti in base al Protocollo Condiviso Governo-Parti sociali del 14 marzo 2020. Al fine di evitare la sovrapposizione delle squadre, le aziende si impegnano ad individuare a concordare ed attuare modalità organizzative straordinarie, intervenendo a titolo esemplificativo, sulla gestione dell'avvicendamento nei turni, predisponendo quando necessario la separazione degli operatori giornalieri dai turnisti, mutando le regole di timbratura del cartellino presenza. Sono inoltre auspicati accordi che prevedono agibilità diverse per RSU e RLS per l'espletamento delle loro funzioni in questa situazione di emergenza, nonché la definizioni di modalità organizzative per garantire l'effettuazioni delle assemblee sindacali. In allegato il testo dell'accordo.

Accordo


logo filctem

 

   VIA PIEMONTE , 32 - 00187 ROMA

   +39 06 46 200 91

   +39 06 48 242 46

   nazionale at white filctemcgil.it

   filctemcgil at white pec.it

Servizi Cgil

cgil  inca

 

caaf cgil        inca        fondazione Di Vittorio

Archivio

Seguici sui Social

facebook     twitter     youtube     flickr