I segretari generali di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, rispettivamente Marco Falcinelli, Nora Garofalo, Paolo Pirani, con il presidente di Assovetro Confindustria Graziano Marcovecchio hanno scritto al presidente del Consiglio Mario Draghi e ai ministri Franco (Economia), Giorgetti (MiSE), Cingolani (Transizione Ecologica), Orlando (Lavoro) una lettera aperta sulla situazione e sulle necessità del settore, in riferimento agli effetti del protrarsi dell’emergenza Coronavirus su imprese, lavoratori e famiglie e alle possibili traiettorie di rilancio e sviluppo del settore, alla luce della programmazione dei fondi del “NextGenerationEU”.
Sindacati e Confindustria chiedono al Governo misure di tutela e sostegno della competitività delle imprese, volte a garantirne l’innovazione tecnologica e il rilancio delle attività, condizione imprescindibile per difendere i livelli di occupazione nel settore e la continuità stessa delle imprese che producono e trasformano il vetro; chiedono che tali misure siano volte a garantire il corretto utilizzo dei fondi comunitari nell’ambito dell’allocazione che si effettuerà nella stesura del PNRR, per il raggiungimento degli obiettivi sopra richiamati.

In particolare, le Parti chiedono che sia attivato un confronto con il Governo e le Amministrazioni sulle tematiche seguenti, di specifico interesse:

- nell’ambito delle politiche per il lavoro, sostenere il necessario ricambio generazionale dovuto alle particolari condizioni lavorative (ciclo continuo, alte temperature, età media elevata) e l’acquisizione di nuove competenze per le trasformazioni tecnologiche in atto, attraverso specifici interventi di sostegno alle imprese che si caratterizzano per l’elevata circolarità delle produzioni e per la sostenibilità dell’occupazione;
- nell’ambito della transizione ecologica, riconoscere la centralità del vetro e la stretta relazione con la filiera agroalimentare per realizzare il paradigma dell’economia circolare (il vetro è un materiale permanente, riciclabile all’infinito) attraverso specifiche azioni volte a sostenere progetti pilota nella raccolta differenziata (ad esempio: raccolta per colore), accelerare l’ammodernamento degli impianti di trattamento e favorire la realizzazione di nuovi impianti, sostenere l’acquisto, anche attraverso fiscalità di favore, di prodotti in vetro realizzati in prevalenza con materia prima e seconda proveniente da riciclo;
- nell’ambito dell’economia verde e della transizione energetica, favorire l’utilizzo di vettori energetici sostenibili e a basse emissioni nei siti industriali, attraverso il sostegno all’acquisto di macchinari e all’adeguamento degli impianti, alla realizzazione della filiera nazionale e all’utilizzo di tali vettori, anche attraverso l’incentivazione di progetti a scala industriale;
- nell’ambito dell’efficienza energetica dei processi produttivi, favorire il rafforzamento degli strumenti di sostegno in essere a favore dell’incentivazione delle iniziative di risparmio energetico nei processi produttivi (esempio: Titoli di Efficienza Energetica);
- nell’ambito dell’efficienza energetica negli usi finali, riconoscere la centralità del materiale vetro nei suoi utilizzi nell’edilizia per il raggiungimento di alti standard di efficienza degli edifici grazie a chiusure trasparenti con performance ambientali elevate, anche sostenendo la riqualificazione energetica del parco immobiliare attraverso l’incentivazione di componenti di qualità, e, nel settore dei trasporti, riconoscere la centralità del materiale vetro per la fabbricazione di componenti leggeri che permettano il la realizzazione di veicoli con consumi contenuti;

si rappresenta infine che i limiti in materia di Aiuti di Stato, relativamente a tutti gli interventi già previsti e a quelli che potrebbero essere inclusi nel PNRR, penalizzano fortemente le imprese e i gruppi di medie – grandi dimensioni. Una particolare attenzione deve essere posta nella negoziazione del PNRR in modo da garantire che le risorse possano essere spese efficacemente dalle imprese e dal mondo produttivo in genere.

Lettera 


logo filctem

 

   VIA PIEMONTE , 32 - 00187 ROMA

   +39 06 46 200 91

   +39 06 48 242 46

   nazionale at white filctemcgil.it

   filctemcgil at white pec.it

Servizi Cgil

cgil  inca

 

caaf cgil        inca        fondazione Di Vittorio

Archivio

Seguici sui Social

facebook     twitter     youtube     flickr