Aggiornamento del progetto. Negli ultimi 2 anni, le parti sociali europee nel settore elettrico: industriAll European Trade Union, European Public Service Union (EPSU), in rappresentanza dei sindacati ed Eureletric, in rappresentanza delle organizzazioni dei datori di lavoro, si sono impegnate insieme a Spin360, nel progetto "Skills2Power ".
Il progetto, finanziato dalla Commissione Europea, mira a rafforzare il ruolo del dialogo sociale nazionale nella costruzione di skills intelligence nel settore elettrico. Il progetto si rivolge a 6 paesi: Francia, Italia, Ungheria, Romania, Spagna e Svezia.
A seguito dei risultati di un precedente progetto che promuove l'integrazione di persone qualificate e garantisce competenze aggiornate e occupabilità dei lavoratori a metà carriera, "Skills2Power" sostiene lo sviluppo di strategie comuni concrete per il monitoraggio e la pianificazione delle competenze nel settore elettrico.
A tal fine, sono stati organizzati seminari sul rafforzamento delle capacità che riuniscono aziende, sindacati e fornitori di istruzione e formazione a livello settoriale per discutere delle esigenze di competenze e scambiare idee, opportunità e sfide future. I workshop nazionali di 2 giorni si sono già tenuti in Francia, Italia (al quale erano presenti per la FILCTEM Ilvo Sorrentino, Lillo Oceano, Mauro Tudino) e Spagna in un formato faccia a faccia.
Per costruire strategie concrete di monitoraggio e anticipazione dei bisogni di qualificazione, aggiornamento e riqualificazione dei lavoratori del Settore Elettrico, sono emersi come cruciali i seguenti punti:

  • LINGUAGGIO COMUNE: l'eterogeneità degli stakeholder richiede la creazione di un'intelligence settoriale unificata, supportata da condivisione di dati, informazioni, supporto e guida comuni;
  • MATCHING: i meccanismi di erogazione della formazione devono essere sempre allineati alla domanda del settore in termini di fabbisogno di competenze, in modo pertinente alle esigenze del mercato del lavoro;
  • METODO: un processo di collaborazione deve essere continuo con incontri programmati e un'attività di diffusione costante di fatti e risultati;
  • INNOVAZIONE: fare leva su strumenti innovativi per aumentare l'attrattiva del settore e il coinvolgimento della forza lavoro sono la base per mostrare il potenziale del settore.

A causa dell'attuale pandemia COVID-19, i seminari in Ungheria, Romania e Svezia riuniranno le parti interessate in tavole rotonde "virtuali". Per ogni paese, ci saranno 3 incontri online separati in cui le parti sociali avranno la possibilità di:

Conoscersi meglio a vicenda, nonché avere una panoramica del progetto, i suoi principali risultati sulle future esigenze di competenze e l'offerta del sistema di IFP nazionale a livello nazionale;

Essere coinvolti in lavori di gruppo interattivi per elaborare proposte concrete basate su questioni e temi chiave del settore;

Contribuire alla messa a punto di una Roadmap nazionale per il Settore Elettrico che si baserà sulle proposte pratiche costruite dal loro lavoro il giorno precedente.


I workshop non sono solo un modo per ascoltare e comprendere meglio le diverse prospettive all'interno dello stesso settore, ma sono anche un'occasione per l'attuazione pratica: vengono affrontate le principali questioni, opportunità e sfide e gli stakeholder sono invitati a riflettere su strategie concrete per lo sviluppo delle competenze nel Settore elettrico.

Il risultato dell'indagine


logo filctem

 

   VIA PIEMONTE , 32 - 00187 ROMA

   +39 06 46 200 91

   +39 06 48 242 46

   nazionale at white filctemcgil.it

   filctemcgil at white pec.it

Servizi Cgil

cgil  inca

 

caaf cgil        inca        fondazione Di Vittorio

Archivio

Seguici sui Social

facebook     twitter     youtube     flickr